segui i miei passi

Photobucket

mercoledì 17 agosto 2011

I LIKE IT



 Il mondo è una montagna russa 
e io non ho messo la cintura di sicurezza 
forse dovrei tenermi forte, con attenzione 
ma le mie mani sono libere, nell'aria 
sto dicendo... 

vorrei che tu fossi qui 


"WISH YOU WERE HERE"
ICUBUS

 







... ed ora vorrei essere seduta al tavolino di una terrazza all'aperto con vista sul mare, sorseggiare un aperitivo che abbia tutti i colori del sole. Rilassarmi davanti ad un tramonto che si allarga liquido all'orizzonte dopo tanta arsura, dopo tanto caldo.
La mia anima nera freme a ritmo di una crudele poesia e l'assenza si tinge di note rock possenti come furia d'oceano.
Mic


 

12 commenti:

anonimo ha detto...

Buonanotte dolce Micol.

anonimo ha detto...

Buonanotte a te!
[IMMAGINE]

Mic

MicolForever ha detto...

Oggi è stata una giornata estremamente calda.
Tra le 13.30 e le 14.00 il barometro sulla veranda segnava 37,2 gradi... abbiamo pensato si fosse rotto, invece attestato con altri mezzi quella era la temperatura, dentro casa stavamo qualche grado stracciato in meno.
Ho bivacchiato tutto il giorno da una stanza all'altra cercando di concentrarmi su qualcosa da fare, la parte peggiore l'ho vissuta quando ho dovuto cucinare... ho preparato una focaccia al rosmarino, forno tra i 180 e i 200 C° ... fritelline di piselli poi mi dicono: mà facci qualcosa di fresco... con questo caldo!
Ho preparato anche una "fresca caprese" e insalata di tonno.
Ancora ora dopo un paio d'ore abbondanti di rosolatura sul letto c'è un caldo bestiale... non riesco a respirare nonostante il ventilatore "holliwoodiano" gira vorticosamente al max le sue pale (battuta scontata se dico che le mie probabilmente girano più velocemente?)
Questo caldo è insopportabile non vedo l'ora che sia novembre!

I LIKE IT

[IMMAGINE]
se contatto Heidi mi ospiterà a Maienfeld?

D: Pronto centralino delle comunicazioni via mica vero? mi passa Heidi cortesemente?
una voce metallica da disco per dieci minuti mi dice: ATTENDERE PREGO!
Infine dall'atro capo: Oui?

D: Parlo con HEidi quella a cui le caprette fanno ciao?
H: (l'erre moscia eccita anche me) Ma come si pe_r_mette? Ma chi pa_r_la? Casse coullies
D: ehm mi perdoni signorina... perdone me, pardon mi, escuse moi!
(ops non è l'haidi che intendevo chiamare però FINE la francesina)

[IMMAGINE]
e questo non è Maienfild ma Grevasalvas sopra il lago di Sils
[IMMAGINE]http://forum.giardinaggio.it/parliamo-tutto-po/71650-paese-heidi.html


HEIDI RITIRA LE CAPRETTE NEL RECINTO CHE VENGO DA TE!!!
(magari!)

Il mio pensiero è sempre stato: che se uno nasce in un luogo è perchè quello gli è stato destinato per vivere.... probabilmente ora starei sul Monte Bianco o sul Monte Rosa... che ci faccio nel Far West?
Qualcuno mi ha preso in giro!
Dove sta l'ufficio reclami?







Sfido chiunque a dirmi che non l'ha mai cantata (almeno una volta nella vita!)

Heidi Heidi tenera, piccola con un cuore cosiiiiiiiiiiiii!


p.s. penso siano evidenti gli effetti colatterali del caldo in un soggetto disturbato mentalmente! N.E.U.R.O. - MIC

MicolForever ha detto...

OPS non appare il video

MicolForever ha detto...

OK! siamo già a 36 C° 
Notte africana avrò dormito un paio d'ore... un quarto d'ora fa ho aperto l'asse da stiro e ho avuto un singulto feroce di nausea, il pensiero del mio ferro da stiro ultima generazione supervapore mi mette a disagio.
La scorsa notte una zanzara ha fatto razia delle mie coscie e questo mi fa riflettere sulle cose che cambiano nel corso della vita... cavoli, mi sono sempre vantata che le zanzare morivano dopo avermi punta e a me non provocavano che un piccolo ponfetto quasi invisibile... certe mattine le trovavo stese sul cuscino ahahaah, adesso ho un coso roseo e prurignoso! ahjaaaaaa!!!
Ma forse le zanzare si sono irrobustite a furia di ricevere spruzzi e colpi di insetticida on the rocks e vodka ghiacciata così ora volano equipaggiate in biplani con aerografati sul fianco la scritta "Zanzibar" e rumoreggiano come redivivi apache sulle loro prede e dopo l'ultima scorribanda s'appisolano con quelle microscopiche zampette squinfide e nere a ventosetta sulle pareti, scorreggiandosi e ruttando l'ultimo pasto autogestito succhiato da questi esseri umani che nelle vene scorre di tutto un pò, tra anticrittogamici assimilati pasteggiando, probiotici, bifidus, acidophilus, nicotina, sostanze alcooliche e dopanti, sostanze stupefacenti e medicinali di varia natura compresi i deterrenti ad uso esterno contro le punture di zanzara, i cosmetici, residui di creme solari e doposolari, residui di bagnoschiuma, residui d'acqua non propriamente potabile, residui di residui... insomma sfido io che la zanzara alla fine si sia irrobustita in difese immunitarie ehhh! ma se vuole la lotta che lotta sia perchè alla paletta "spiaccichino" non hai scampo... cara la mia zanzarotta, devo solo attendere di vederti grassa e gonfia fare la penichella pro-digestiva e SWAMP ... dovrò chiamare C.S.I. per il prelievo dei campioni del DNA sulla parete.
TIE' anzi Tzè!!!

[IMMAGINE]Non mi prendi per il naso cara la mia zanzarotta, balla pure la cucaracha sarà l'ultima cosa che farai!
grrrrrrrr!

DEMENZIAL MIC[IMMAGINE]
BUONAGIORNATA!!!
[IMMAGINE]

MicolForever ha detto...

Abbiamo raggiunto i 40 C° mi sento come in una di quelle scene del film Il thè nel deserto!
Afa, arsura... il ventilatore che succhia tanta di quella corrente per rimandarci aria calda centrifugata e a proposito di centrifuga la mia lavatrice oggi pomeriggio è svampata!
Mi sono coricata sfinita dal caldo e avevo da poco preso sonno, quel dolce sonno pomeridiano in cui si piomba forse più di quello notturna in una soffice ed incosciente metamorfosi di tutto l'essere quando un boato seguito da evidenti rumori di ferraglia mi ha fatto sedere di soprassalto.
E' vero che da un pò i sintomi che la lavatrice non godesse d'ottima salute c'erano, ma oramai ho compreso che la prassi in casa è classica da utenza tutta sistema italiano. Fai domanda, la domanda va al protocollo e dorme per qualche settimana poi va all'ufficio fotocopie e ci rimane altrettanto tetmpo poi occorre un portantino per riportare originale e copie al piano superiore qualche giorno, lì c'è un altro usciere che sta all'ingresso del piano suddetto che prende in consegna il documento da ufficializzare nel settore d'ordine... e ma ora sta parlando al cellulare, più tardi. Più tardi significa che domani è chiuso per ferie o per il week end e quindi al rientro quasi sempre è lunedì ehhhh che lento è il lunedì portare la domanda che peserà due gr scarsi sollevare il culo dalla sedia della scrivania, trovarsi poi con qualcuno con cui scambiare quelle quattro parole di due ore insomma ci passa mezza settimana. Aperta la porta dell'ufficio preposto scocciato l'impiegato solleva lo sguardo verso l'usciere e indicando infastidito il folglio che quello tiene per le mani dice: che è  quello?
Il che quello risponde: e che ne so! lo dovete sapere voi io ve la devo solo consegnare.
L'impiegato osserva il foglio (senza osservare realmente l'oggetto e il contenuto della missiva) e girandolo prima da una parte e poi dall'altra continua a ripetersi: che è questo?
LEGGI SANT'IDDIO ci sta scritto!
Ma non ha voglia di concentrarsi ha la pagina di FB aperta e ha cose più importanti da fare (giuro che sono frasi tratte dalla realtà)  e lo mette sopra una pila di altri fogli in attesa di passare a visione.
L'impiegato guarda l'orologio dal monitor manca poco all'orario d'uscita giusto il tempo di andare a fare una pisciatina, dalla fretta non si lava le mani e sparge urina per tutto dove tocca comprese le noccioline salate che si mangerà al bar dal contenitore sul banco offerto a tutti gli avventori... cmq se ne andrà e la domanda rimarrà lì desolata ed affranta ad attendere risposta... da dove ero partita? Ah dall'iter delle richieste che faccio per necessità da una vita a chiunque.

anonimo ha detto...

Ho i reni a pezzi perchè ho fatto la bella lavanderina dato che la lavatrice è rotta. Ho riflettuto sulle donne di un tempo quando la  lavatrice non era ancora stata inventata oppure era solo un lusso per poche famiglie benestanti.
Sapone e olio di gomito a sfregare e battere e sciacquare e risciaquare finchè l'acqua non è limpida e poi un misurino d'ammorbidente (che ora ci siamo abituati a queste fragranze da indossare) attendere un pò e poi strizzare con attenzione per i capi delicati, con forza per asciugamani e tovaglie... è stato un salutare esercizio che mi ha distolto dalla routine dei lavori di riordino casalingo. Infatti il resto della casa è un casino!

Ma non è questo! E' tutto il resto... quel qualcosa che manca e mi rende insoddisfatta e priva di entusiasmo in tutto quello che faccio.
Probabilmente è la clausura ed il caldo, in questi giorni di ferie ho perso la cognizione del tempo e non so neppure più da quanti giorni non esco di casa, a parte due visite lampo giù da mio padre che mia madre sta ricoverata e sono uscita giù dal portone per firmare una raccomandata.
Il fatto è che ruotano energie una contraria all'altra chi vuole uscire al mattino chi alla sera chi vorrebbe portarsi fuori un paio di giorno da questo posto e chi invece fa il bastian contrario.

Insomma mi girano gli zebedei. 
Ogni giorno è uguale all'altro e ho voglia di URLAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!

anonimo ha detto...

tanti kiss

anonimo ha detto...

...ho provato a mettere un'immagine ma evidentemente c'era qualche problema...e sai com'è, non essendo una maga informatica, ci ho rinunciato......il caldo è soffocante....vorrei stare su un materassino a farmi dondolare dalle onde....naturalmente ancorata ad uno scoglio!!!! [IMMAGINE]con questa ha funzionato...peccato per l'altra.....scusami...sono un po spenta.....ti ho scritto di là[IMMAGINE] baci TVB....

anonimo ha detto...

????

anonimo ha detto...

Dany....  ho provato a chiamarti .....e non hai risp agli sms è successo qualcosa? ........sei rientrata in ufficio? ... ti do la buonanotte e non farmi preoccupare!!!! [IMMAGINE][IMMAGINE]

MicolPoesia ha detto...

Non so se è il caldo a farci sentire un pò spenti... probabilmente il caldo rende più insofferenti e allora basta il ronzio di una mosca ad alterare completamente equilibri già instabili.
Comunque qualcuno mi suggeriva che un "vaffa..." detto anche se in quel preciso contesto non c'è motivo o senso per esternarlo sia liberatorio.
chissà se ciò può essere terapeutico... e voglio dire anche un sacco d'altre parolacce... così per liberarmi di un pò di detriti che si stanno stratificando dentro di me.
Per l'elenco ci penso uno di questi giorni.
Ora ho un gran mal di testa e gli occhi mi bruciano.
BUON PROSEGUIMENTO A TODOS

X Baby
un bacione stella!

Fai da brava, non t'incupire e pensa a quanto sei bella e desiderabile con la carnagione dorata dall'abbronzatura e i tuoi immensi occhi verde mare.
L'hanno prossimo non è consigliabile abbronzarsi tanto... giusto un tantino.
[IMMAGINE]